Civiltà micenea – cenni generali

La civiltà micenea, di origini indoeuropee, prosperò nella Grecia continentale durante l’età del bronzo tardivo. Questa civiltà, che prende il nome dalla città di Micene, è riconosciuta per la lingua micenea, la più antica forma di greco conosciuta. Nonostante la scrittura Lineare B sia tipica di questa civiltà, non fornisce dettagli sul nome delle popolazioni micenee. Alcuni riferimenti ittiti li chiamano Ahhiyawa, mentre la loro identità storica con gli Achei, menzionati nella mitologia, rimane incerta. Micene era considerata una sorta di capitale dell’epoca, ma oggi è vista come un regno alla pari con altri nel continente greco e a Creta. Pilo sembra essere l’unico centro preparato per un’invasione e che ha organizzato autonomamente la sua difesa. Tebe è l’unica città citata in tutti gli archivi e sembra aver avuto un ruolo politico importante. I Micenei potrebbero essere gli abitanti del Peloponneso e delle isole vicine menzionati nell’Iliade. La Lettera di Tawagalawa suggerisce che gli Ahhiyawa potrebbero aver controllato Mileto. Tuttavia, la relazione esatta tra Ahhiyawa e gli Achei è ancora oggetto di discussione tra gli studiosi. La civiltà micenea si sviluppò tra il XVII e il XVI secolo a.C., con piccoli regni indipendenti dominati da gruppi aristocratici.
Nella società micenea, le terre venivano distribuite tra il wanax (re), i dignitari superiori e il tempio. I funzionari minori ricevevano terre dagli aristocratici in cambio di servizi militari, ma non potevano venderle o trasmetterle ereditariamente.
A Pilo, durante l’epoca micenea, c’era una grande concentrazione di nobili noti come eqeta. Questi nobili servivano il palazzo e ricevevano terre e entrate in cambio dei loro servizi civili e militari.
L’economia micenea era gestita dalla burocrazia del palazzo che controllava la riscossione dei tributi e la distribuzione delle materie prime. Le credenze religiose micenee avevano delle somiglianze con quelle greche ma con alcune differenze significative.
La civiltà micenea è stata influenzata dalla civiltà minoica, ma presenta notevoli differenze dal punto di vista architettonico ed artistico. Uno studio genetico del 2017 ha dimostrato che i Micenei erano geneticamente correlati ai Minoici e alle moderne popolazioni greche, ma presentavano anche tracce di antiche popolazioni del Caucaso e dell’Iran.
La civiltà micenea è una delle antiche civiltà dell’Egeo, insieme alla civiltà minoica. La sua origine genetica è stata oggetto di studio e analisi del DNA, che ha rivelato le sue radici genetiche. La civiltà micenea è stata descritta in diversi libri e pubblicazioni. L’architettura micenea è un altro aspetto importante della civiltà, così come la scrittura lineare B. La civiltà micenea fa parte dell’età del bronzo e dell’età tardo elladica.